amando laetitia

Arpìe di carta di giornale ad oscurar la luce e una torre in cui restare, da cui scappare. Where does our journey end? I pretend to be another stranger but I know we are just the same sand su questa spiaggia che brucia. Das Dasein braucht kein Grund, und wir …

tazze e tazzine

Quanti ospiti ospito nei terreni del mio divagare? E quanti mi ospitano, mi offono un tè alle erbe più strane, mi parlan di ombre che non sono mai chiare? Ma le ombre mi cantano canzoni di festa ed è alle fate che chiedo di ordinarne le gesta intrecciate e confuse …

àncora

Seguo ogni linea del tuo corpo, provo a impararlo ma so che dimenticherò anche il ritmo del tuo respiro e sospiro nel vederti cambiare un altro po’ mentre sogni veloce veloce di correre avanti e chiami forte i tuoi amici per nome. Sei ancora qui tra le mie braccia e …

#1234567890 decifrare

Con quei raggi di Sole che non osi guardare mille milioni di topolini stanno tessendo un nuovo ricamo sotto il terreno che ti vuole bosco ombroso, umido di speranza che rinuncia a farsi fiume, timida aspetta un giovane cervo che ne faccia tesoro per rinascer rugiada, più a valle, per …

nacchera

Su di una musica che non potevi ballare da solo ti ho trovato ricurvo sotto il peso del cielo e insieme poi fino a trovare la terra abbiamo urlato per l’abbraccio mancato e abbiamo suonato al ritmo del mondo. È crollato tutto. Abbiamo scoperto che non siamo di legno e …

origami

Aspettando una notte serena per puntare il telescopio ad oriente, chiusi gli occhi, a cuore aperto ho ritrovato in me tutto l’universo. La gente passeggia e cena, si sorride mentre io ancora sogno. – Amatevi, Amatevi! dice quella voce che io, sola, ascolto. Apro gli occhi e ti vedo. Ti …

Pop Korn

Angekommen, die Erde auf der Bühne wird zum Garten. Do wonder. Ti vedo. Anche tu ricopri di terra i tuoi vecchi punti fermi, prepari il tempo di lasciare andare le stelle lontane und deine Sonne. Here is the galaxy, now you can bite the whole life – it’s a miracle! …