codice a barre

Come si esce da un centro commerciale? Con qualcosa da comprare, un gioiello da rubare, un carrello da svuotare. Per un forte mal di testa, perché è l’ora della festa ma l’idea di ritornare a cercare. Con un indirizzo in tasca, per un’improvvisa urgenza, telefonata d’emergenza, ambulanza. C’è chi entra …

raggio di sole

Dal finestrino del treno palazzi grigi, e nuvole come una coperta a scaldar sogni troppo stanchi per prendere il volo. Ma ad occhi chiusi ho visto i colori vivi d’una colomba e nuvole bianche ad illuminare i giorni. Alla stazione poi ti guardavo sorridere nell’aspettarmi. Sorridevo prima di baciarti. Resterai, …

orizzonte

Uscire per regalare sorrisi, e raccoglier invece sguardi sognanti e volti sereni, abbracci di pace e caffè tra le vie di un presente che mi riporta sempre da Te. Non guardo più la strada su cui poggio i piedi né mi ricordo di alzar gli occhi al cielo ma fiduciosa …

Papà

oh, Padre! Dov’eri mentre mi davan le risposte? Per tener i loro punti fermi ho perso i miei interrogativi e adesso che tu torni ho solo le mie mani nude, da offrirti. Perdonami, ti prego e dimmi come fare per restare sempre pronta ad accoglierti. Original English version here

incontro

Troppo vicini per poterci abbracciare, è un dolore troppo grande so let us be indeed drops in a river, knots of a blanket embodied with wonders, perle vicine in una collana portata dal mare, figlie della stessa conchiglia, sia il nostro mondo magnifico garbuglio di storie e miracoli an uns …

centrocittà

Passeggiavo tra cortili nascosti inutilmente belli, ricchi fiocchi su pacchetti preziosi, da scoprire in un istante soltanto per andare poi oltre un portone scuro grande più del mondo, ritrovarsi persi tra meraviglie mai viste, cianfrusaglie, ricordi, una finestra aperta sul profumo d’autunno e una ragazza, seduta a sorseggiare del tè …

55 #abbandono

Ho annegato i ciclamini per paura che soffrissero la sete. Finestre chiuse. Indosso una giacca ed esco a cercare l’autunno tra le foglie bagnate dalla pioggia e dai pianti delle notti passate a resistere al tempo. Questa notte ho sognato un prodigio, lasciato andare un ricordo che credevo già morto. …

foglia

Corro ad infrangermi ma su quali scogli? Quale riva accoglierà i miei sbadigli al nostro risveglio? Infranta mi riscopro goccia e Oceano. Nel cuore ritrovo il ritmo del mio navigare e tra le altre onde più alte, imparo a seguire il corso che ci vuole portare là, dove sapremo gioire …