3 #mamma #donna

Coi suoi misteriosi inganni,
arrivò l’atteso autunno,
e passavano gli anni
e vestivamo nuovi panni
e scrutavamo noi la luna
interrogando la fortuna,
cercando quel segreto
che dev’essere svelato,
ma cambiò il mondo rivelato,
cambiò il vento e cambiai stato.

Mi ritrovò la primavera,
prima vera mia sincera
compagna di giochi e di follie,
e poi l’estate e le sue vie
verso quei mondi lontani,
e noi tenendoci le mani
fino all’autunno che tutto spoglia,
fino all’inverno che meraviglia
e poi di nuovo la primavera, e
di nuovo estate, di nuovo era
dolce quel frutto, doppiamente delizioso,
che è tutto e niente e in cui
almeno oggi, riposo.


how would you make the poetess happier?