un viaggio intergenerazionale

Guglielmino era un pupazzo
che viaggiava sopra un razzo
Dove vai? lui ti chiedeva
e ti pagava anche la cena
prima di farti accomodare:
sedile giallo con vista sul mare.
Preso il comando lui poi sfrecciava
in un baleno da qui a Giava.
Come compenso chiedeva un abbraccio
e ripartiva felice sul razzo.

Oggi Guglielmo è grande e ha famiglia,
un pupazzetto che se ha fame strilla
e in tanti vanno a portargli per cena
leccornie da Giava, ma lui si dà pena
vuol ripartire, conoscere Marte
insegnar ai Marziani a giocare alle carte.
Il pupazzetto, crescendo, però
non strilla più e si affaccia all’oblò
guarda la Terra ed il suo papà,
sorride alla mamma, e su Marte lui va.

Guglielmino senza razzo
sogna Marte e pensa spesso
al pupazzetto che tutto solo
è partito con il razzo, al volo.
Ma lui torna presto, con un Marzianino
che strilla per fame e per gioco perfino!
E Nonno Guglielmo ora sa cosa fare:
li fa sedere con vista sul mare
e parte veloce alla volta di Giove
dove c’è gioia e la luce si muove.

how would you make the poetess happier?