Salta al contenuto

58 #pepite #dorate

Sul sagrato

ho bevuto champagne ieri sera.
La bicicletta che mi aspetta in cortile
è dello stesso colore del sogno che
mi vuole portare più in alto. Svengo.

Ho finito il caffè stamattina, da sola.
Le nuvole cambiano forma e la luce
che filtra tra le crepe del cielo mi dice
ch’è vero: non siamo un campo incolto.

Un grifone mi guarda dall’alto, chiede
se conosco chi non ha nome. Siede
sui gradini un suonatore di sassi e
conta i passi di chi non lo vede. Sorride.
Sorrido anche io. Guardo il fiore che,
nel freddo di un settembre invernale,
nel buio del giardino, sboccia. Sorridi
anche tu e io mi giro per cercare le ore
d’attesa e non trovo più tempo né tempio.

Nell’abbraccio mi sciolgo.

Risorgo?


how would you make the poetess happier?

Published in#numerologie