Re Maggiore

Era un bel giorno di primavera
o forse era inverno, ma la neve non c’era.
Splendeva l’azzurro tra i rami spogli
e anche io avevo finito i fogli.

Era un giorno azzurro e sereno
ma tu avevi pianto quando io non c’ero
e mi raccontavi, con gli occhi un po’ stanchi,
dei giochi inventati e del coro dei bimbi
che cantava sempre quella canzone
che a te piace tanto e io non so come
fare a dirtelo che non capisco il testo
e allora taccio e ascolto e fai presto!
corri! piccolo, tra le mie braccia
crescerà e cresce un’enorme pancia.