#444 neonatale

Granchietti, e paguri!
Tanti, in cerca di casa
tra conchiglie rosa
e sabbia dorata.

Una stella marina, il tuo
desiderio di nascer umano,
tra le mie dita il tuo palmo
e, mentre crescevi,
l’alba fresca del giorno.

Stanotte ancora sognavi ma
io già ti cullavo e
mentre crescevi io
desideravo il domani.

Una medusa brilla e va via.
Sulla spiaggia,
una conchiglia sorda ritrova speranza,
abbandonatasi al mare,
ritorna alla danza.