cappuccio e cornetto

Milano.
Soffocar di parole il disagio,
una mostra a Palazzo Reale,
l’illusione d’esser parte di un mondo
che mai mi vorrà,
una domenica al lago, sul pedalò.

Al bancone di un bar,
lo sguardo ho perso e sorseggio
la vita, come prima di un viaggio.

Ritorno
a casa, senza passare dal mare,
e guardo attraverso
i miei occhi un mondo
che mi fa festa, vuole
portarmi sul fiume che scorre
seguendo la stella polare.

Al risveglio,
nel calore di un silenzio glaciale
farò colazione.