#203 eco

Soffiava il vento
a disordinarmi le idee,
ripeteva parole
che non erano verbi ma voci
come specchi nel deserto.

Scomparivo.

E ancora scompaio
quando voi non mi vedete, io muoio
e scompaio quando non mi cercate o
non credete alle fate.

Ma ormai io ho chiesto
il miracolo più grande:
che l’Amore mio sia corpo
nel mio corpo, carne e sangue.

Ripeterò la cura

infinite volte.