pelle

Conosco almeno tre versioni
della mia vita su questo pianeta
e venti sempre diversi
mi raccontano le mie giornate.

Lascio impronte che non si fan riconoscere
e le mie parole
sono solo scintille
in un deserto di pietre
levigate dal mare.

Una sola cosa resta
sempre la stessa:
la voglia di amare la vita
così come Lei mi si manifesta.

Canto e rido mentre siamo insieme,
ci diciamo
ti voglio bene!

Ma non riesco a vivere
la mia gioia più vera,
lotteria vinta in una valuta straniera,
né posso scegliere
d’ignorarla e fingere
d’esister soltanto, qui ed ora,
terrena.

Ci batte il cuore
vieni a sentire!

Spenderò le mie ultime ore
tra apocalissi e severi finali
senza nome
e quando sarò finalmente immortale
morirò per rinascere
fenomenale.