capriole

Cantano, le cicale

ma viene a toccarmi
il mare

e tra le onde e le correnti
trovo nuovi movimenti
e un dolore come il sale.

Erano sirene, o una grande nave?

Non disseta mai, la mente
e mentre ancora bevo sangue
sento i piedi batter forte
per portarmi in riva al fiume.

Vedo granchi, cerco sassi
tondi tondi o una storia
per dimenticare.

Era succo d’uva, o miele?

Cantano, le cicale.