costruiamo universi fantastici
in cui mai potremo abitare
e nel cuor ci portiamo una gioia
che resta in attesa, sospesa
tra gli autunni
lunghi.

nell’inverno sarà la neve
a riscoprir per noi meraviglia?

e a regalarci una casa nuova,
piena di noi, piena
della vita che, nostra,
ci vuole presenti,
verrà una stella
a brillare nel tempo
che ci tiene vicini

o sarà un giardino
grande come il mondo
ad ospitare
ogni ritorno?