sapori di terre lontane
e una doccia calda
senza abbraccio.
cosa faccio?

una spolverata di zucchero a velo
sui parchi, sulle case
e sulle strade vedo
già le linee delle biciclette
che corron ai loro orologi
in fretta. ormai
è finito il tempo della festa
e intorno (a me, a noi)
agli alberi abbandonati
si posa (leggera)
la grave importanza
che diamo a quel che si può contare
ma non conta
niente.

ma se alzo gli occhi al cielo

è vero, è sempre
vero, soltanto

a braccia aperte
l’Amore è sincero.