cristallo

Nevica. Scivola il giorno sui pensieri grigi veloce veloce come le nuvole su Parigi. Come le nuvole di Parigi corron veloci i ricordi grigi, vanno e vengono, vengono e vanno finché non si sciolgono al Sole o nel pianto. Nevica. Brilla la città bianca come una sposa e sorride, ugualmente …

metropoli

Cerco un gesto elementare, una parola come un verbo andare oppure centrare Cercavo il gusto del giornale ma non trovavo che la voglia d’andare magari di entrare in un fiore che sboccia ma era inverno e sotto la doccia cantavano ancora le vecchie note canzoni tristi, canzoni orfane. Mi vesto …

unità di misura

Sbagliata. Esclusa. Inutile e brutta, futile tentativo di vita. Sparita. Rinata. Ancora una volta cambio forma e potenza all’universo infinito che abito e indosso. Posso provare a spiegare le vele, navigare? Non ancóra. Ancóra l’àncora mi tiene ferma. Ma nel vento io sono e già sogno e sento sotto i …

punto a capo

Riempire il presente di futuro per lasciarsi alle spalle il passato. Abbiamo provato a sognare di meno, a riempir il futuro di presenti coi fiocchi e così un altro anno è passato senza essere visto, senza essere amato. In sogno stanotte ho rimescolato tutto e nel mio futuro prossimo ho …

discontinuità eliminabile

Azzurro come un principe è il mio pianeta. Bella come il Sole e ricca come un cuore di mamma è la mia Terra. Oggi ho incontrato la me stessa di ieri. Forte l’ho stretta in un abbraccio profondo come l’Oceano, pacifico e sereno come il cielo che credevo limpido e …

moka

Mi piace restare a guardare i quotidiani gesti rituali di chi sembra saper come fare. Sorge il Sole a festeggiare il giorno, illumina il viso di chi credevo divino, disegna l’ombra di un essere umano che beve del vino. Impasta il pane un signore bianco mentre una mamma spiega a …

ritorno

Dalla spiaggia del mio continuo pensare, mi piace affondare lo sguardo nel mare del tuo respiro che scende, che sale. Prima terra emersa nel mio eterno navigare, mi hai portato pace dando vita al verde all’incontro tra il buio e la luce. Rosso magenta, in quel verde speranza ho rivisto …

mandorla

Come crepe, nell’oro di un pomeriggio d’autunno, rami già scuri decisi disegnano tra il cielo e la terra il ricordo di un lunghissimo giorno. E poi azzurro più in alto, e rosa per le nuvole lontane e poi a casa e ancora una volta non sono riuscita ad esser presente …

pentagono

Dov’è il poeta, e dov’è la poesia? Dov’è la vita, la mia? è dov’è l’anima della festa, nella preghiera di chi resta, è dove l’animo di chi si perde nello spettacolo della mia morte. E dove sono i miracoli? Dove sono i messia? son nelle rime, tra le righe, per …