Salta al contenuto

Categoria: le mie geometrie

conformi e difformi, siamo noi la misura assoluta dei nostri universi.
misurati o infiniti, siamo noi a dar forma ai nostri assoluti.

spirale

persa

tra una nuvola blu e nera
e una porta
che non porta da nessuna parte
presi il sentiero di mezzo
fino al porto.

persa

tra una nuvola rosa e una porta
che non porta da nessuna parte
restai fissa a fissare la storia
e richiusi le carte.

persa

tra le nuvole chiare e la porta
nascosta
alzai gli occhi al cielo e
nel riflesso
vidi un mare blu aperto.

persa

tra l’entrata e l’uscita
sulla soglia
di una porta senza stanza
lucido la maniglia
e muro ogni speranza.

giro intorno al mio naso,
faccio crollare le stanze.

ora libera

tra nuvole e porti
sono un’onda nel mare
su fondale di rocce.

se ora piovo su di te

non le senti le gocce?

piazza

Nell’acqua il rame, Terra, il pane
e tutto quel che non riesce ad esser amato
senza farsi del male,
senza far male.

Fuoco, nell’aria sottile,
a scaldare l’idea di una vita
pienamente vissuta
tra le rose e le spine
a rendere Grazie
ogni volta per tutte
le notti stellate
e i giorni di festa.

Siamo sempre in vacanza.
Niente è da fare, tutto
è già pronto per chi sa navigare
tra i tesori sommersi
nei cristalli di sale.

L’incubo
si è rotto
e ci svela un mattino
ancora da scoprire.

Creeremo insieme
il nostro destino?

germoglio

fui seme
nel buio
poi pioggia
e deserto nell’inverno di neve
che a primavera si rivelò bosco

fui fiore
nel giorno
poi bruco e farfalla
e fui vento
fino a cadere a terra, matura,
in un tonfo di frutto
fui marcia.

fui seme
forte, nel buio,
poi terra, fertile,
mamma
e, da quando sei nata,

eterno consiglio.