#55 theaterstraße

Ho annegato i ciclamini per paura che soffrissero la sete. Finestre chiuse. Indosso una giacca ed esco a cercare l’autunno tra le foglie bagnate dalla pioggia e dai pianti delle notti passate a resistere al tempo. Questa notte ho sognato un prodigio, lasciato andare un ricordo che credevo già morto. …

#33 al risveglio

E passano gli anni e son trentatrè vi tenete le mani, non sapete perché vi guardate negli occhi per cercare quel sogno che è gioco di specchi ch’è oltre il bisogno. Percorrete un cammino, accendete il camino, vi curate del mondo. Il quadrato non è tondo ma insieme fan faville …

#444 neonatale

Granchietti, e paguri! Tanti, in cerca di casa tra conchiglie rosa e sabbia dorata. Una stella marina, il tuo desiderio di nascer umano, tra le mie dita il tuo palmo e, mentre crescevi, l’alba fresca del giorno. Stanotte ancora sognavi ma io già ti cullavo e mentre crescevi io desideravo …

#42 memento

Ama sprecarsi la nostra Natura, abbandonarsi agli eccessi, regalarsi alla Terra che l’ha vista nascere. Tra le zucche ho trovato un ragnetto: passeggiava tra i fili d’erba, bosco fitto. Tra i fili d’erba ho scoperto del muschio, poi dal cielo mi ha chiamata un fischio e sono tornata a guardare …

#333 a rose e fiori

Respirare un po’ di tramonto, ululare alla Luna, calante sull’orizzonte del mio vecchio mondo e una cena a lume di candela, noi soltanto, questa sera. In questo giorno, terzo di tanti, luci azzurre e un pianto accompagnano l’idea che il dolore non cerchi una ragione, che non sia né premio …

#340 nuova piena

Tu raccogli le mele, ne fai una mousse e conservi quelle più buone. Raccolgo io le forze ma subito le perdo e mi chiedi di cosa ho bisogno ma io non rispondo, non so come fare a trovar la fune che ci guiderà. La Luna ci aspetta e ci guarda, …

#60 manipura

Mi incontrerò e mi perderò e mi ritroverò tra molte genti nel lungo giorno della mia morte. Le candele di casa nostra hanno tanti colori e ciascuna una fiamma diversa. La Luna, che ieri sera brillava forte oltre la finestra, questa notte lascerò entrare nella mia acqua per guarire quel …

#200 sorprendersi

Dal melo una mela mi guarda, cade. Caduta la mela, la guardo, la raccolgo, mordo la mela e mi accorgo che è buona, matura. Oltre i rami e le foglie ti scorgo. Ti offro una mela, ti invito a morder la vita. Perché hai paura? Chiudi gli occhi. Cosa vedi? …

#314 trasmissione

Quel maialino, di rosa vestito e di fiori, mille fiori, incoronato, ieri, dalla finestra sul mondo ho salutato e ad un nuovo incontro mi son preparata. Rosso il rossetto, verde, blu, viola o color dell’argento, d’oro, o ancora rosa, ad accendere il ricordo di un’estate ormai passata. Le mie collane …