#40 atto secondo

Lasciavo il tempo scorrere e non vedevo la dolce cerva nel cortile che aspettava, all’imbrunire un po’ d’acqua e sollievo dal freddo del vento. Ho spento la luce allora, lentamente ho aperto la mia dimora e subito il lupo ha sbranato la cerva e poi me, e tutta la mia …

#19 undici

Per il nostro undicesimo anniversario, ancora una volta il 19 novembre alle 19:11 Undici anatre s’alzarono in volo a cercare la spiaggia nell’azzurro del cielo. Undici squali segnaron col sangue il confine del mondo, dell’uomo, e le barche. Undici stelle disegnarono la notte e undici anfore furono rotte vicino al …

#9 turchese

Nella foresta dei sogni miei ci sono io e tu non ci sei. Ci sono maestri, mastri e viandanti ci son le fate e addirittura i santi e ci sono rose, edera e faggi e i passaggi segreti dei sette saggi che non furono re, non furon regine, nemmeno draghi …

#17 crocevia

La vetta era vicina, nessuna civetta. La valle l’avevo alle spalle, sulla pelle soltanto il bagliore della gioia infinita della corsa in salita, quasi finita. Una cerva aspettava me, bianca di luna tra la nebbia e la neve, sotto i pini. Una cerva bianca mi chiamava là in cima per …

#18 meravigliosi spaziotemporali

Meravigliose radure e immense montagne e infiniti mari e sconfinate pianure e tenere le foglie luccicanti di rugiada e la giada, i diamanti, le farfalle e le api. Nelle storie splendenti di fantasie danzanti, meravigliosa è la pioggia e incantevole il ghiacciaio che si scioglie in cascata e meraviglia la …

#5 alle sorgenti del Nilo

Nella pubblicità c’era un bracciale tempestato di diamanti e una città che catturava i miei sogni e chissà se mi ci avresti portata, per Natale. Nella stanza c’era la scrivania, coi libri di testo e gli appunti e poi noi stesi sul letto a sognare l’amore e la vita scorreva …

#4 tra me e me

Mi sento sola quando non mi parlate, quando non so ascoltarvi, quando ho paura che siate troppo vicine o troppo lontane per sentire l’abbraccio, per giocare all’estate. Stasera vi ritroverò. V’aspetto e m’aspettate nell’autunno ch’è primavera e danzeremo oltre l’inverno fino al tetto dell’universo tra quelle nuvole che si fanno …

#3 mamma donna

Coi suoi misteriosi inganni, arrivò l’atteso autunno, e passavano gli anni e vestivamo nuovi panni e scrutavamo noi la luna interrogando la fortuna, cercando quel segreto che dev’essere svelato, ma cambiò il mondo rivelato, cambiò il vento e cambiai stato. Mi ritrovò la primavera, prima vera mia sincera compagna di …

#2 aldilà

i miei libri li ho bruciati i libri miei li ho fatti fiamme i miei vestiti li abbino ai gioielli gioielli miei, regali e capricci la mia casa è il luogo che curo e la mia stanza un rifugio sicuro mi cibo di piante e dei tuoi baci se scrivo …