il pomeriggio del guerriero

La terra degli avi aspetta, là sotto il sangue di donne che stanno all’ascolto. La Luna risplende, nel cielo dei padri. La marea s’innalza a cullare i neonati. I colpi, li sente, delle nostre saette. Estrae le frecce, ne osserva le piume, soppesa il legno, le regala al fiume. Dal …

epilogo

Come sono belle le donne di novant’anni! Sorridono ai bambini che non vedranno crescere, han fiducia nella vita che torna ad esser infinita. Hanno fiducia nell’oggi le donne di novant’anni, pensieri schiariti dal tempo passato vivendo e pelle tornata morbida dimenticando. Piene di grazia camminano curve e leggere spingono avanti …

sognatore

Poco più avanti, in fondo alla strada, c’è una casa grande, abbandonata: ho voluto che andassero là ad abitare due degli autori delle mie trame. Poco più avanti, in fondo alla storia, c’è un giocatore che stravolgerà tutto: ha voluto che andassimo a rivangar l’alfabeto, rivendicato il diritto che il …

il lamento dello sciamano

Che le parole crollino in suoni! Avanti vengano le intenzioni! Si sciolgano i sigilli, tutti, dai propri simboli e dai loro frutti. Venga acqua, fuoco, e vento! Venga la terra, un ballo lento. Pure, sempre, restino le azioni. Che cosa chiedete, voi spiriti buoni? E che cosa portate, voi, cari …

secondo il principio di determinazione

Nata nella Luce ma mai illuminata, mai di limpida pace circondata, invece oscurata e a forza forzata ad essere pace lei stessa, Teresina, lei, fa una festa con mille e duemila fuocherelli dorati in una sera qualunque tra trentatré lucine azzurre che come lei sono nate là dove il tempo …

cantico di un poeta orfano

Lasciate ai poeti il silenzio e andate, voi, che siete capaci di fare, voi che sapete cosa dire, cosa mostrare, lasciate ai poeti l’immenso. Lasciate ai poeti la poesia e voi, che siete di vita artisti e scrittori, musicisti, eroi, imprenditori, andate, gridate al mondo la vostra storia, vendete l’opera, …

Carmen

Ti inviteranno fuori a cena una sera, quando sarai come un mondo grande, dritte e morbide le gambe. Ti inviterà, elegante e galante oppure semplicemente, com’è naturale quando si è parte l’uno dell’altra. Uscirai, mia piccola meraviglia, profumata, lunghe le ciglia, indosso un’emozione mai provata. Un’occasione si farà strada e …

iterazione in un solo atto

Una strana bicicletta senza sella e senza fretta di notte si mise verso le stelle in cammino alla ricerca di un titolo per un raccontino. Un omino lungo e stretto senza naso né cappotto, vista l’ora detta tarda corse via senza una scarpa. Dalla Luna, un pescatore, vide un uomo …