iterazione in un solo atto

Una strana bicicletta senza sella e senza fretta di notte si mise verso le stelle in cammino alla ricerca di un titolo per un raccontino. Un omino lungo e stretto senza naso né cappotto, vista l’ora detta tarda corse via senza una scarpa. Dalla Luna, un pescatore, vide un uomo …

Re Maggiore

Era un bel giorno di primavera o forse era inverno, ma la neve non c’era. Splendeva l’azzurro tra i rami spogli e anche io avevo finito i fogli. Era un giorno azzurro e sereno ma tu avevi pianto quando io non c’ero e mi raccontavi, con gli occhi un po’ …

semenze sacrificali

I tarocchi parlan chiaro a chi offre un cuore puro. Dalla tasca della prostituta è caduta una moneta. I denari sulle carte fanno posto a fiori e coppe e i miei cuori, tutti e troppi, come piume volan via a trascriver la poesia che mi libera dal bene del voler, …

ogni domanda è un’offerta

Caro lettore, hai già schiarito la voce? Non rinnegar le monetine di rame: son quelle con cui ci compreremo del pane. Non criticar le monete d’argento quando un altro faranno contento, perché un bel giorno verrà da te a domandar – in offerta, che c’è? E delle monete d’oro brillante …

liberatoria

Non chiedo permesso, signor Rodari: l’ispirazione mi ha preso le mani! Le rendo grazie, signor Gianni, per avermi allietata per anni ed anni! Chiedo scusa ai grandi poeti, ai filosofi, a cantautori ed asceti, ma sono sicura al cento per cento che ogni bambino sarebbe contento se tutti provassimo ogni …

punteruolo

Un punto si mise un giorno in cammino, si vide segmento e si spaventò un pochino, si dimenò allora e pianse ai quattro venti, diventando poligono e mettendo i denti. Andando poi a spasso in alto ed in basso divenne solido come il Gran Sasso. Facendosi però poi piccino piccino, …

cittadini del cielo

Una gocciolina d’acqua, piccina si mise in cammino di buona mattina, quando ancora la stella nel suo cielo più grande non illuminava il sentiero del fante. Un pensiero, nel frattempo, annullò lo spazio e le si trovò accanto e così i due, sorella e fratello, solcaron i mondi in cerca …

invito a nozze

Al mio funerale vestirò di bianco. Ci sarà un’arpa e un coro sbilenco canterà le mie rime, spogliando le rose, sfogliando le spine, per gettarle in pasto al fiume insieme con le piume ormai distrutte che furon le mie penne e che quel mattino torneran tra le stelle. Sarà mattina, …

venerdì

La festa al mio villaggio è il venerdì sera. Vieni anche tu a decorarne i sentieri? Oggi pomeriggio con i bambini proveremo i colori dei fiori perché quando il fiume si è risvegliato è uscito dal letto e ha tutto allagato e l’incanto che eravamo si è tutto sbiadito. Ci …