#124 buongiorno

Mentre dormo e poi al risveglio profuma l’aria di cannella e agrumi e di nuovi colori si spoglia il mondo buono che riscopro in me, con te, se tu mi prendi le mani e le tieni calde tra le tue parole. Profumi di semi e di biancospino e profumo anche …

#88 vanitoso orgoglio

In sogno stanotte m’è apparso Orione. Bello, teneva una spada, non sapeva il suo nome. Cinque le stelle che, lento, m’indicava, mostrandomi come si sovrapponeva una costellazione alla composizione di Giove e le sue Lune. Era tutto chiaro nel limpido riflesso dell’acqua calma del fiume. Le piume del gufo eran …

chi si abbraccia lo sa

Vivono sempre felici e contenti nel regno in cui i cieli son più che venti e le terre son tante quante le rose e le spine pungon solo se prese. Sono tanti, sono umani e divini, ci son tante volte quante voglion i bambini. Stanno nascosti dietro occhi severi e …

#58 pepite dorate

Sul sagrato ho bevuto champagne ieri sera. La bicicletta che mi aspetta in cortile è dello stesso colore del sogno che mi vuole portare più in alto. Svengo. Ho finito il caffè stamattina, da sola. Le nuvole cambiano forma e la luce che filtra tra le crepe del cielo mi …

#16 ricreazione

Una nota sull’eterna plancia si disegna esatta tra le danzanti sabbie. Ogni granello ha il proprio posto e insegnan tutti lo stesso suono. Se provo a cantare, stono. Questo pensiero sai, permette di dare voce ai sogni in cui noi non siamo dove i gabbiani galleggiano, ma voliamo. Le mie …

#61 ottaedro

Cammino e sono gambe e poi corro e sono tutto tranne testa che si perde a cercar da qualche parte il frutto del pensiero della corsa che s’è perso mentre veloce più veloce alta m’innalzo sopra i cieli della mente che m’inganna e prendo il volo senza ali per tuffarmi …

viola come musica

Questa è la storia del suonatore che partì camminando e arrivò non si sa dove e del suo Angelo custode che arriva sempre fino al cuore: Vi racconterò di quando tutto è cominciato, quando son partito per il mondo sperando d’avere abbastanza fiato. Suonatore di viola, ho lasciato il mio …

girotondo

ed è sempre alba, sempre tramonto. notte e giorno non si danno il cambio ma coesistono, nell’orizzonte ampio. è sempre nero, nero su bianco a raccontar la storia dentro cui mi perdo. ed è poi bianco, il bianco tra il nero a far della storia un allegro mistero. tutto il …

un papà, una festa

Questi versi sono parte della raccolta RICORDI NELL’ETERNA ETÀ. Brillavano le stelle tra le foglie e la rugiada, o forse eran farfalle, forse fate, forse nulla c’era ma davvero non ricordo altro che il porto e le barche e la tua voglia di regalarmi il mondo, lì al lago, e …