scintille

Lo sposo l’ho perso tra la posta e la banca e nel pianto mi manca ancora quella camicia bianca e il mio vestito lungo rosa ma ecco che si posa una mano più ferma sulla mia spalla già nuda e mi regala uno sguardo oltre i confini del cosmo. Prendo …

quadrifogli

Seduta sul divano, di fronte a un camino soltanto immaginato, ma acceso e vivo, cerco stelle oltre il soffitto, dietro le nuvole rade, dopo la luce che ancora dipinge ma solo col blu il mondo e aspetto di chiudere gli occhi per rivedere quel giorno in cui saremo oltre il …

#274 gioviale rientro

Sotto un cielo vivo d’argento hanno giocato i nostri bambini a nascondersi da noi e dal vento che forte soffiava per riportarci vicini. Tra il Sole e la Luna abbiamo visto una stella che brillava ad incoronare il momento in cui tutto stava cambiando. Ho spolverato le foglie più verdi …

#275 disgelo

All’inatteso mi apro e prometto che resterò feconda. Adesso che ho il profumo dell’acqua calda addosso, posso finalmente correre, ad occhi chiusi, coi piedi nudi tra le nuvole e il fosso in cui caddi in quelle ore lontane da me e dal mio fondo. I tempi sono maturi ma i …

papavero

Pensavo alla vetrina coi colori ancora chiusi e ho battuto forte il naso contro un giorno senza fiato speso a tessere le lodi di un’idea senza fortuna. Sarà il rosso o sarà il viola a segnar questo tramonto? Sogneremo un verde abbraccio o vivremo nell’azzurro oltre il blu del grande …

capriole

Cantano, le cicale ma viene a toccarmi il mare e tra le onde e le correnti trovo nuovi movimenti e un dolore come il sale. Erano sirene, o una grande nave? Non disseta mai, la mente e mentre ancora bevo sangue sento i piedi batter forte per portarmi in riva …

scoglio

All’altezza delle mie aspettative non lo sono mai stata fin quando non ho smesso di aspettarmi e mi sono trovata a guardarmi riflessa negli occhiali da sole tra uno specchio deforme e il mondo fuori di me, enorme rifugio per sogni ormai stanchi mentre dietro i miei occhi brillavano stelle …

455 #mitologia

Erano i primi giorni di un’estate fresca o gli ultimi di una primavera di noia e speranza, pescavo idee e sogni con un amico e toglievo vecchie foto dalla parete più grande della mia stanza. Mangiammo una trota e due pescigatto, progettammo un continente per un nuovo mondo, non ci …

2002 #rancore

Raccolgo lamponi e le fragoline di bosco nascoste tra fiori che non riconosco, ne assaggio qualcuno, ti penso. Ad occhi chiusi ricordo il sapore che hanno i tuoi baci quando mi abbracci e mi piace perdermi tra le pieghe del tempo. Un’ape mi ronza intorno, si posa sulla camomilla che …