Salta al contenuto

Categoria: world poetry

it’s just spontaneuous and unexpected, as the world when it offers you, finally, all and everything.

beyond, beyond, beyond!

una responsabilità condivisa
che non permetta colpe
e un’umanità
made out of humans senza mai società;

un temporale da accogliere
così come vorrà

e il fiume che scorre, va.

unentdeckt

all the things in blue I saw
are the things that I don’t know,
are all things that I can’t miss,
all the things I still dismiss.

Himmel. ocean.

trasparenze tra buio e luce,
fiorellini di cielo
per corpi terrestri,
tra passi e parole che dissi
e che ora ripeto, nell’impeto
di una risposta senza domanda.

le nom d’une rue, au numéro 5.

all the things in blue you saw
are the things you’ll never know,
are the things you’ll never see
till you choose to let all go
and to follow He who’s free.

a feather, ein Fisch. Edelsteine.
Keine Rose, sondern
Vergissmeinnicht.

Zusammenfassung

in front of the river
I wish I could speak water

pour lui dire que
je n’ai plus aucune idée
di come fare a tuffarmi
ora che
i sassi asciutti non sono più fermi.

under the sky I wish
I could speak human
ma non trovo più le parole,
rotolate alla fine del Sole,
rotolate ai confini di mondi,
die ich nie benenne.

tra gli abbracci degli alberi
I wish
I could not tell any word
ma ancora blatero e rovino il silenzio.

SILENZIO

I feel the Earth
beating,

the universe is singing
and I

am

still

writing

rubando minuti a questi attimi infiniti
per trovare una voce
per cui esser capace

to behave in the meaning.