Salta al contenuto

Marta Gazzola Posts

#5 alle sorgenti del Nilo

Nella pubblicità c’era un bracciale
tempestato di diamanti e una città
che catturava i miei sogni e chissà
se mi ci avresti portata, per Natale.

Nella stanza c’era la scrivania, coi
libri di testo e gli appunti e poi noi
stesi sul letto a sognare l’amore e
la vita scorreva nelle poche ore che
passavan tra le dita e tra le risate
tra me e te. Fuori, piangeva l’estate.

Nella borsa tenevo un bracciale
di cuoio africano e un elefantino,
portavo avanti il mio mattino
fino alla sera e nella notte buia.
Tenevo stretti i ricordi e le note
ed il disegno che era promessa
come una terra, però a me stessa,
tra le mie mani, tese. Menomale.

Menomale che non ci siam persi
e menomale che scopro i miei versi
nei giorni nuovi, tra nuove vie,
nell’amore che ora è, nelle poesie.

#4 tra me e me

Mi sento sola quando
non mi parlate, quando
non so ascoltarvi, quando
ho paura che siate
troppo vicine o troppo lontane
per sentire l’abbraccio,
per giocare all’estate.

Stasera vi ritroverò.
V’aspetto e m’aspettate
nell’autunno ch’è primavera
e danzeremo oltre l’inverno
fino al tetto dell’universo tra
quelle nuvole che si fanno ombre.
Saremo musica, e
sarà un incanto.