Salta al contenuto

Tag: acqua

ellissi

Sotto una coperta di nuvole nuove
ti ho cercato

dov’eri?

Più in alto degli arcobaleni
credevo di averti trovato

e mi chiedi se piove?

Sopra il vulcano
riprendevi la danza del fuoco
e la luce,
la luce che sei e che eri
ovunque porta
di vita
gioia e speranza.

Tra le mie braccia
l’aria è più fresca.

Alle dita più anelli,
nel cuore del cosmo
una spiaggia
e un oceano
che separa ed unisce.

Brucio.


how would you make the poetess happier?

E ah! Oh MY

e sto dalla vostra parte, sempre.

e resto in me, ho imparato
a fare i conti con l’infinito
a sé stesso elevato.

oh! c’est quoi une différence
pour un cœur qui tombe sur l’amour même?

e tutte le catene, rotte.

e un fiume che scorre, anche di notte
tra le realtà e il sogno che mai smette
di pulsare, tutto dona, niente promette.

oh! c’est quoi l’amour
pour un cœur qui encore l’apprend?

my lover, on est on tour.


how would you make the poetess happier?

Amarcord

A cena da Fellini
mi faccio spazio tra risate e vini.

I’ve never mistaken people for stairs,
never believed in the life of the stars.

La nebbia, me la ricordo bene
aber wie kann ich euch zeigen
was mir unsichtbar macht?

La pioggia senza fine
e l’acqua oltre il confine
werden euch endlich erreichen?

La sorgente del potere
l’ho trovata dietro il fiume
just around the corner
where the ducks run on fire.

The lions came to me
ma vivo noi boschi e così
ho ritrovato il senso
del tempo mio perso.

Die Schule macht zu
and nonetheless we managed to learn
how to love You.


how would you make the poetess happier?

877722 #spaziare

Una casa ereditata
in cui non sono mai nata
e una filastrocca
ingarbugliata.

Una casa grande
con un libro e gli specchi
e una rima
visionaria e strampalata.

Una casa nuova, vecchia
di ricordi da strappare
per poter vedere
la città che mi aspetta.

Una casa vecchia, che si rinnova
tra immagini divine
e le mie cosmiche uova.

Una casa da scoprire.

Una vita da lasciare
a chi la vorrà leggere.

E tante piante da innaffiare.


how would you make the poetess happier?

palmo

ma dove vanno a dormire
le gocce di pioggia
infrante
sull’asfalto brillante
di un sole lontano?

sono andata a cercarle
invano
alla fine del tempo
che tenevo in mano.

le ho trovate
nel mare
tra le onde e il richiamo
dei castelli di sabbia.

vivono ancora, tutte.
ed è strano ma è vero
che siamo soli, illusioni e mistero.


how would you make the poetess happier?

62 #età #nuova

dedicata a  mia mamma,
che oggi compie gli anni.

Una goccia
scava la roccia.

Un Nuraghe
riscopre il cielo, nell’azzurro.

Un’amica
ha nascosto il tesoro
perché tu possa trovarlo.

È una fiaba
la vita, sulla Terra.
Ti ricordi, il mare in Sardegna?

Non importa, al Nuraghe,
la vastità della spiaggia,
né importa, alla goccia,
la profondità di una grotta.

Di che colore è
il buio, la notte?
Le stanze senza sogni, di cosa sono fatte?

Al centro del Nuraghe
sta sbocciando un fiore.

Piove.


how would you make the poetess happier?

surface tense

are you a drop?
an ocean? a cloud in the sky?
are you a snowflake or
a sculpture of ice?

are you the rain, a river, a big lake?
are you a pond, a fall, a spring?
are you a fountain or maybe a stream?

are you trapped in a bottle? are you
waiting in a dam? are you a sea?
are you on a comet? are you my brother?

we are the same water
and yet we own
very distant memories.


how would you make the poetess happier?

mezzaluna

Accarezzo la cicatrice
per l’ultima volta
prima che
scompaia.

Ripenso a quando,
bambina,
chiedevo – Mamma,
come si fa a non pensare?
– Non si può fare.

Eppur non penso
quando scompaio
nell’infinito universo.

Sorrido, annuisco. Lascio
che il bicchiere si svuoti e si riempia

di acqua o di gioia?


how would you make the poetess happier?

179 #intreccio

Ho visto la primavera
in un filo d’erba.

In una goccia di pioggia
che non cadeva
ho letto la storia
di chi non c’era.

Nuvole dipinte, all’orizzonte,
oltre il lago,
mi han mostrato il sentiero del mago.

E foglie nuove, su rami secchi,
e vecchi col bastone e occhi,
tanti, pieni di tristezza,
e il mio cuore che batteva
l’eterno ritmo
della vita che mai si spezza.

Nel vento, angeli e fate
e tutte le scintille nate
tra le nostre mani, intrecciate.

Ho visto la primavera
anche nel tuo cuore.

Così sia,
tutto sia Amore.


how would you make the poetess happier?