il pomeriggio del guerriero

La terra degli avi aspetta, là sotto il sangue di donne che stanno all’ascolto. La Luna risplende, nel cielo dei padri. La marea s’innalza a cullare i neonati. I colpi, li sente, delle nostre saette. Estrae le frecce, ne osserva le piume, soppesa il legno, le regala al fiume. Dal …

cilindro

T’amavo a piedi nudi sulla neve e poi per i prati fioriti e tu mi amavi come una scoperta che ti riportava al senso del primo dissentire. Ed era semplice così, amando, disertare il tempo per abbracciar l’infinito. Al dito non portavamo anelli. Una collana di perle di lago, un …