#40 atto secondo

Lasciavo il tempo scorrere e non vedevo la dolce cerva nel cortile che aspettava, all’imbrunire un po’ d’acqua e sollievo dal freddo del vento. Ho spento la luce allora, lentamente ho aperto la mia dimora e subito il lupo ha sbranato la cerva e poi me, e tutta la mia …

#17 crocevia

La vetta era vicina, nessuna civetta. La valle l’avevo alle spalle, sulla pelle soltanto il bagliore della gioia infinita della corsa in salita, quasi finita. Una cerva aspettava me, bianca di luna tra la nebbia e la neve, sotto i pini. Una cerva bianca mi chiamava là in cima per …