6 #abbandono

Cammino e mi fermo nel giardino dalle foglie grandi di piante esotiche e vecchi ricordi dal tempo che fu quando nient’altro ero che una fantasia e tra il verde e il fucsia e tra il bianco ed il blu le mie capriole come rugiada rallegravan il sentiero di chi andava …

liberatoria

Non chiedo permesso, signor Rodari: l’ispirazione mi ha preso le mani! Le rendo grazie, signor Gianni, per avermi allietata per anni ed anni! Chiedo scusa ai grandi poeti, ai filosofi, a cantautori ed asceti, ma sono sicura al cento per cento che ogni bambino sarebbe contento se tutti provassimo ogni …

0

Mi faccio in quattro per te. Oh JE, oh JE. Provo a darti numeri più grandi per mostrarti l’infinito ma è una lettera quel che quadra il cerchio e da quando canto ho capito che misurare lo zero è fondamentale per oltrepassare il soprannaturale e im Leerraum reise ich weder …

tubino

Accendo una candela. In penombra metto a fuoco il nodo che blocca la trama e la fa sembrare una linea là dove invece tessevo la liana. Chiudo gli occhi e sogno un ago che mi punge ma invece del sangue sgorga un filo di lana, rosso: come tutti, faccio quel …

ehy! AH!

The mirror got broken last night so I’m getting dressed without even seeing my smile but since I know how I feel by closing my eyes I’ll be wearing something purely white and be a bride. Ieri sera ho slacciato il tubino nero da sola, lanciato i tacchi contro il …

9 #turchese

Nella foresta dei sogni miei ci sono io e tu non ci sei. Ci sono maestri, mastri e viandanti ci son le fate e addirittura i santi e ci sono rose, edera e faggi e i passaggi segreti dei sette saggi che non furono re, non furon regine, nemmeno draghi …

8 #infinite #rivolte

Alla ricerca dell’editore partii presto, poche le ore, e capii tardi, con gran dolore, che cercavo un motivo, un perché o un magari, un forse, un domani o qualcuno che trovi il senso che in me è vivo e scalpitante e chiede giustizia, giustezza vibrante, per manifestare dell’esistente la volontà …

amare al mare

Principessa, solo per te, si chiuda il sipario su quel che c’è. Chiudi gli occhi. La senti già la sabbia sotto i piedi? Senti il vento, t’accarezza, ti porta il profumo del mare. Benvenuta nella realtà virtuale. E adesso sogna, sogna in grande, una nave che salpa e parte per …