Salta al contenuto

Tag: filo

23 #finestre

Da aprire e da chiudere, qualcosa
che si possa richiudere e riaprire
come una bocca, come una porta.

Ma il respiro no, è una finestra
sempre aperta sul mondo
che ci vuol mostrare
e il mostro ci vede tremare
ed è nostro
diritto fuggire: ma dove?

Nel cuore delle mie paure
ho trovato rifugio e la forza di andare
fuori a guardare ma ho sentito
bruciare il dito che puntavo
e l’ho tagliato
e ho segnato col rosso il mio nuovo confine:
nel cuore mio mi porto soltanto le rime.

Poi quel dito l’ho ripreso, ricucito
con un filo di seta verde chiarissimo
come le foglie nuove delle piante che crescono.
Inclino la testa, incomincio la danza
e guardo com’è bella questa Luna crescente
che illumina le scale tra le nostre stanze.

Mancan le rose sul tavolo, in cucina:
domani al mercato ne sceglierò una.


how would you make the poetess happier?

tubino

Accendo una candela.
In penombra metto a fuoco il nodo
che blocca la trama
e la fa sembrare una linea
là dove invece tessevo la liana.

Chiudo gli occhi
e sogno un ago che mi punge
ma invece del sangue
sgorga un filo di lana, rosso:
come tutti, faccio quel che posso
e imbastisco, e provo e riprovo finché riesco
ad essere a misura
della mia fantasia più sincera.

Si è spenta la candela.
È una mattina coi fiocchi
e io ricamo la mia fantasia
mentre si avvera.


how would you make the poetess happier?

bozzolo

Di stirarmi la camicia
non son capace
ma mi piace
vederla appesa a un filo
sottile e trasparente
nel vento che sembra niente.

Un ragno passeggia sulla finestra:
cerca un appiglio.
Forse sbaglio
a restare a guardare
mentre il vento fa il suo dovere.

Stropicciata,
la mia camicia ancora bagnata
mi sta stretta
ma magari son solo i miei sogni,
diventati troppo grandi
a volersi scordare la pioggia.

Mi metto una vecchia maglietta,
e al collo una tua cravatta.
Pantaloni corti per gambe più lunghe
e la voglia di riprendere il filo
del discorso che prima non coglievo.

Attorno a me si sta tessendo
un bozzolo.

Son duecento anni, che faccio? Lascio?


how would you make the poetess happier?