metropoli

Cerco un gesto elementare, una parola come un verbo andare oppure centrare Cercavo il gusto del giornale ma non trovavo che la voglia d’andare magari di entrare in un fiore che sboccia ma era inverno e sotto la doccia cantavano ancora le vecchie note canzoni tristi, canzoni orfane. Mi vesto …

il lamento dello sciamano

Che le parole crollino in suoni! Avanti vengano le intenzioni! Si sciolgano i sigilli, tutti, dai propri simboli e dai loro frutti. Venga acqua, fuoco, e vento! Venga la terra, un ballo lento. Pure, sempre, restino le azioni. Che cosa chiedete, voi spiriti buoni? E che cosa portate, voi, cari …

#62 età nuova

dedicata a  mia mamma, che oggi compie gli anni. Una goccia scava la roccia. Un Nuraghe riscopre il cielo, nell’azzurro. Un’amica ha nascosto il tesoro perché tu possa trovarlo. È una fiaba la vita, sulla Terra. Ti ricordi, il mare in Sardegna? Non importa, al Nuraghe, la vastità della spiaggia, …

#58 pepite dorate

Sul sagrato ho bevuto champagne ieri sera. La bicicletta che mi aspetta in cortile è dello stesso colore del sogno che mi vuole portare più in alto. Svengo. Ho finito il caffè stamattina, da sola. Le nuvole cambiano forma e la luce che filtra tra le crepe del cielo mi …