ragnatela

Si muovon le stelle, vicine e lontane. Cambia forma il pianeta, muoiono i pesci nel mare, grandi e piccoli e senza nome, isole disperse in cerca di naufraghi senza destinazione. Dormono i fiori in una pineta in attesa che il sole bruci presto la vita e faccia risorgere dal buio …

oggi

Siamo palme sulla spiaggia. Siamo rocce che guardano a valle, siamo vita che scorre giù fino al fiume. Siamo arance amare. Siamo sabbia sul fondo del mare, baciati dalla chiara luce del Sole, siamo granelli di Luna di miele. Siamo pronti a restare.

#899 campi d’avena

Uscivo dall’acqua e lasciavo i capelli sciolti scendere lunghi fino ai fianchi e guardavo il nostro riflesso seguire le nuvole portate dal vento fino alla fine del mondo. Una coccinella volava e lasciava un’ombra leggera scendere fiera del suo ombreggiare, ma era la luce tenue della sera a dorare la …

un

Unheimlich ist il mare, quando sotto un sorriso sereno di una Luna d’oro e d’argento d’improvviso fa un salto, travolge ogni rimpianto col rimorso dell’aver creduto che che navigarlo fosse proibito. So sails the sailor his very first sea without a coat, without a seat. Unheimlich ist l’Oceano, quando oltre …

#444 neonatale

Granchietti, e paguri! Tanti, in cerca di casa tra conchiglie rosa e sabbia dorata. Una stella marina, il tuo desiderio di nascer umano, tra le mie dita il tuo palmo e, mentre crescevi, l’alba fresca del giorno. Stanotte ancora sognavi ma io già ti cullavo e mentre crescevi io desideravo …

simmetria centrale

Si è richiusa la rosa che ti ho regalato. Il bianco nel nero ha disegnato un bocciolo e nero su bianco alla nostra ora io canto la libertà di chi osa rinascere senza morire. Nel faro è accesa la luce. In preda ai tuoi venti e a vecchi capricci ti …

#65 moscacieca

Un effimero luccicar di Luna sul mare e le stelle sempre lontane, per sempre a segnare come ritrovarci. Abbiamo vagato tanto. Ma l’eleganza non lascia trasparir fatica ed è senza odore come solo l’Amore sa essere. Abbiamo, finalmente, pianto. Ad occhi aperti ti spiegherò il sogno infranto e sotto la …

palmo

ma dove vanno a dormire le gocce di pioggia infrante sull’asfalto brillante di un sole lontano? sono andata a cercarle invano alla fine del tempo che tenevo in mano. le ho trovate nel mare tra le onde e il richiamo dei castelli di sabbia. vivono ancora, tutte. ed è strano …

#14 calibrando

Ho piantato un albicocco, ho sognato una mia amica, ho scansato vecchia vita e adesso son qui, sfinita. Era bello il mio giardino con i rovi e anche l’abete, vicino all’inverno. Non ho mai estirpato niente, nel mio cuore trova un posto tutta quanta la mia gente e anche chi …