un

Unheimlich ist il mare, quando sotto un sorriso sereno di una Luna d’oro e d’argento d’improvviso fa un salto, travolge ogni rimpianto col rimorso dell’aver creduto che che navigarlo fosse proibito. So sails the sailor his very first sea without a coat, without a seat. Unheimlich ist l’Oceano, quando oltre …

#55 theaterstraße

Ho annegato i ciclamini per paura che soffrissero la sete. Finestre chiuse. Indosso una giacca ed esco a cercare l’autunno tra le foglie bagnate dalla pioggia e dai pianti delle notti passate a resistere al tempo. Questa notte ho sognato un prodigio, lasciato andare un ricordo che credevo già morto. …

#200 sorprendersi

Dal melo una mela mi guarda, cade. Caduta la mela, la guardo, la raccolgo, mordo la mela e mi accorgo che è buona, matura. Oltre i rami e le foglie ti scorgo. Ti offro una mela, ti invito a morder la vita. Perché hai paura? Chiudi gli occhi. Cosa vedi? …

punto luce

togliendo tutti i paletti, che mi stavan ormai stretti, tolgo anche l’ultima sicura che mi ancorava e non ho più paura. mi circondo di bellezza intorno, cerco nuovi ricordi nel futuro che mi porti e danzo troppo, finché non crollo e mi rialzo. ho trovato così il centro: non è …

#23 finestre

Da aprire e da chiudere, qualcosa che si possa richiudere e riaprire come una bocca, come una porta. Ma il respiro no, è una finestra sempre aperta sul mondo che ci vuol mostrare e il mostro ci vede tremare ed è nostro diritto fuggire: ma dove? Nel cuore delle mie …

#40 atto secondo

Lasciavo il tempo scorrere e non vedevo la dolce cerva nel cortile che aspettava, all’imbrunire un po’ d’acqua e sollievo dal freddo del vento. Ho spento la luce allora, lentamente ho aperto la mia dimora e subito il lupo ha sbranato la cerva e poi me, e tutta la mia …