#200 sorprendersi

Dal melo una mela mi guarda, cade. Caduta la mela, la guardo, la raccolgo, mordo la mela e mi accorgo che è buona, matura. Oltre i rami e le foglie ti scorgo. Ti offro una mela, ti invito a morder la vita. Perché hai paura? Chiudi gli occhi. Cosa vedi? …

cilindro

T’amavo a piedi nudi sulla neve e poi per i prati fioriti e tu mi amavi come una scoperta che ti riportava al senso del primo dissentire. Ed era semplice così, amando, disertare il tempo per abbracciar l’infinito. Al dito non portavamo anelli. Una collana di perle di lago, un …