discontinuità eliminabile

Azzurro come un principe è il mio pianeta. Bella come il Sole e ricca come un cuore di mamma è la mia Terra. Oggi ho incontrato la me stessa di ieri. Forte l’ho stretta in un abbraccio profondo come l’Oceano, pacifico e sereno come il cielo che credevo limpido e …

#33 al risveglio

E passano gli anni e son trentatrè vi tenete le mani, non sapete perché vi guardate negli occhi per cercare quel sogno che è gioco di specchi ch’è oltre il bisogno. Percorrete un cammino, accendete il camino, vi curate del mondo. Il quadrato non è tondo ma insieme fan faville …

cappuccio e cornetto

Milano. Soffocar di parole il disagio, una mostra a Palazzo Reale, l’illusione d’esser parte di un mondo che mai mi vorrà, una domenica al lago, sul pedalò. Al bancone di un bar, lo sguardo ho perso e sorseggio la vita, come prima di un viaggio. Ritorno a casa, senza passare …

iterazione in un solo atto

Una strana bicicletta senza sella e senza fretta di notte si mise verso le stelle in cammino alla ricerca di un titolo per un raccontino. Un omino lungo e stretto senza naso né cappotto, vista l’ora detta tarda corse via senza una scarpa. Dalla Luna, un pescatore, vide un uomo …

#124 buongiorno

Mentre dormo e poi al risveglio profuma l’aria di cannella e agrumi e di nuovi colori si spoglia il mondo buono che riscopro in me, con te, se tu mi prendi le mani e le tieni calde tra le tue parole. Profumi di semi e di biancospino e profumo anche …

#40 atto secondo

Lasciavo il tempo scorrere e non vedevo la dolce cerva nel cortile che aspettava, all’imbrunire un po’ d’acqua e sollievo dal freddo del vento. Ho spento la luce allora, lentamente ho aperto la mia dimora e subito il lupo ha sbranato la cerva e poi me, e tutta la mia …