C’era una volta una parola rotta

Tra un palato troppo fine e la punta di una lingua ancora sconosciuta inciampò e, cadendo, esplose tutta, dalla radice alla fine del mondo. Qualcuno disse che fu per quello strano accento ma noi sappiamo bene che a minarla fu il tempo. Qualcuno provò a sistemarla aggiungendola, come una virgola, …

#6686 sogno infranto

Scaglie di vetro tra i miei vestiti e un vecchio maglione nero con una macchia da dimenticare. Ho aperto la porta al buio e tra le stelle ho letto dei miti senza morale. Alla Vita inerte, rugiada fragile nel mattino più forte, guardo un agnello farsi lupo, riscopro la brina …

diagonale

Bere un sorso dal tuo bicchiere di rosso e baciarti ancora, baciarti di rosso per poi voltarmi e di nascosto sfuggirti. Ritornare per dirti di accarezzarmi, guarirmi. Ma da oggi io posso lasciarmi andare a ogni passo e quella Signora che ben ci conosce in un abbraccio ci ha detto …

l’altra metà della Luna

e mi sembra normale sentirti nuotare. un nuovo universo scalcia nella mia pancia si muove ma come farò a dirti che, amore, non è per andare ma per restare che ci batte il cuore? e intanto tu cresci e mi spieghi come si ascolta l’azzurro del mare senza fare rumore. …

#14 calibrando

Ho piantato un albicocco, ho sognato una mia amica, ho scansato vecchia vita e adesso son qui, sfinita. Era bello il mio giardino con i rovi e anche l’abete, vicino all’inverno. Non ho mai estirpato niente, nel mio cuore trova un posto tutta quanta la mia gente e anche chi …

#16 ricreazione

Una nota sull’eterna plancia si disegna esatta tra le danzanti sabbie. Ogni granello ha il proprio posto e insegnan tutti lo stesso suono. Se provo a cantare, stono. Questo pensiero sai, permette di dare voce ai sogni in cui noi non siamo dove i gabbiani galleggiano, ma voliamo. Le mie …

Göttingen. Could it be?

L’ultimo azzurro resiste, non cede ma insiste. Qui, aspetto le stelle per saper se, domani, sarà ancora luglio o se il tempo mi si scioglierà tra le mani. Stille. Ruhe. Guardo fuori ed è già passato il presente: ich heiße die Nacht jetzt herzlich willkommen. Some people are loud, louder …