corona

C’è spazio per gli errori nel paradiso dei miei umori? C’è tempo per le sviste, distrazioni, dimenticanze e toni troppo alti, per i disaccordi? Trova posto la meraviglia nell’imperfezione di questa vita nuova ancora acerba? Quanto grande devo essere per contenere tutto, quanto dovrò maturare per diventare un frutto? Alla …

10 #felicità

In questa mattina già matura di nuvole bianche d’improvviso stanche, fa le prove, l’autunno e anche io provo a cadere sul terreno che mi vedrà rifiorire. Osservo le mosche che eran moscerini sulla mia frutta e stasera brinderò alla Luna calante e alla mia pancia non ancora pronta. Imparo che …

307 #vitanaturaldurante

La prima mela colsi prima del temporale e quando l’azzurro tornò ne piansi il rosso ricordo. L’ultima mela cadde poco lontana dal nostro cancello. Cantava allora un merlo e oggi, nel sole caldo di luglio, ricordo quel giorno per quel che mi hai detto: in noi io credo perciò non …

85 #davanti #alcancello

Mi aspetteranno le rose? Mi chiederanno, i meli, dove sono stata? Alzo gli occhi al cielo cercando le stelle ma trovo solo azzurro e Sole e fuoco negli occhi e la Terra, ancora una volta bagnata dal pianto, mi invita a camminare fino all’angolo più buio dell’orto, là, dove il …

universo

dev’esser così essere Marta mi dissi mentre giravo su me stessa verso sinistra. dev’esser così quando è in alto la testa e il cuore batte i miei passi pensavo mentre giravo intorno a me stessa, intorno alla pancia che mi fa festa. E il Sole splendeva E la Luna taceva …

l’altra metà della Luna

e mi sembra normale sentirti nuotare. un nuovo universo scalcia nella mia pancia si muove ma come farò a dirti che, amore, non è per andare ma per restare che ci batte il cuore? e intanto tu cresci e mi spieghi come si ascolta l’azzurro del mare senza fare rumore. …

palmo

ma dove vanno a dormire le gocce di pioggia infrante sull’asfalto brillante di un sole lontano? sono andata a cercarle invano alla fine del tempo che tenevo in mano. le ho trovate nel mare tra le onde e il richiamo dei castelli di sabbia. vivono ancora, tutte. ed è strano …

iterazione in un solo atto

Una strana bicicletta senza sella e senza fretta di notte si mise verso le stelle in cammino alla ricerca di un titolo per un raccontino. Un omino lungo e stretto senza naso né cappotto, vista l’ora detta tarda corse via senza una scarpa. Dalla Luna, un pescatore, vide un uomo …