Salta al contenuto

Mese: giugno 2019

ragnatela

Si muovon le stelle,
vicine e lontane.
Cambia forma il pianeta,
muoiono
i pesci nel mare,
grandi e piccoli e senza nome,
isole disperse
in cerca di naufraghi
senza destinazione.

Dormono i fiori in una pineta
in attesa che il sole
bruci presto la vita
e faccia risorgere
dal buio di un tronco
otto nuovi colori.

Brilla una rete
tra due barche o due case
e tutto quello che vedo
è acqua, è sangue, è
una fontana d’istanti
pronti a mettersi in ordine
per raccontare una storia
che ci doni il coraggio
di sceglier la gloria.

#123 trifoglio

Ero in Irlanda e sorridevo
mentre dormivo e non capivo
che a sorridere era la vita
che ovunque fossi mi veniva a cercare.

Rose e viole e fate nei prati
cercavano posto nei miei ricordi
e corsi, a piedi nudi corsi,
quando ero a Linate a guardare i decolli
ma non presi il volo. Soli e folli
restarono gli angeli a curare i miei passi
e io andavo avanti, più lontano
verso l’abisso.

Cercavo fortuna, poi, sulla strada
tracciata per cogliermi e fui grata
alla vita e alla Terra per ogni momento
ma solo cadendo riuscii a cedere
all’invito di un semplice simbolo
e, finalmente, credere.

Come me, tu sei sposa, tu sei madre.
Come me, tu sei figlia.

Spazio e tempo in noi si confondono.
Siamo pura meraviglia.

light green shocking pink

Summer begins
with a great happy ending

and the Spring, it springs
out of my memory

as I look at the skyes
ready to bow
again to the ground
to get back to the roots
of life, our family,

One soul.