presente

in un riflesso di luna sul ghiaccio e su neve già sciolta, poi dimenticata dal sole e dai passi nel vento spezzato, si teme noi, tutti, noi che la vita in un momento o lentamente, ci lasci in un riflesso di luna gelido. dentro casa e dentro il cuore nel …

trasparenze

anche io anche io ho avuto paura quando tenevo lo sguardo fisso sul mare calmo e la tempesta infuriava di tuoni alla finestra. bussava la notte e bussavano i giorni ma io studiavo, aspettavo, fissavo il mare calmo quando sarebbe arrivato? anche io, poi anche io ho aperto la porta …

#2020 utopica distopia

Camminando incontro alle vie incontro persone che guardo negli occhi come un abbraccio. Tra nuvole rosse e gialle di foglie faccio un bagno d’autunno. Ora siedo e mossa dal vento dondolo piano mentre tra i rami bisbiglian le voci di un mondo lontano. Accolta dal caldo di una coperta rosa, …

cappello di paglia

mattina e sera apro le porte. fuori forse impazza la paura o la stanchezza e di sicuro manca il coraggio di cambiare per restare vicini ma qui, qui dentro, tra le mie braccia respiro forte. a mezzogiorno guardo oltre la finestra e prima e poi sono nella mia stanza ma …

gerundio passivo

Fu fissando il buio oltre l’azzurro tra la grondaia e il fango che colava dal tetto che cogliemmo il senso del sentirci perduti noi, abbandonati. Poi nei riflessi di luce sul tè vedremo scritta una nuova parola raccontare la nostra storia iniziando da oggi, da ora.

spirale

persa tra una nuvola blu e nera e una porta che non porta da nessuna parte presi il sentiero di mezzo fino al porto. persa tra una nuvola rosa e una porta che non porta da nessuna parte restai fissa a fissare la storia e richiusi le carte. persa tra …

piazza

Nell’acqua il rame, Terra, il pane e tutto quel che non riesce ad esser amato senza farsi del male, senza far male. Fuoco, nell’aria sottile, a scaldare l’idea di una vita pienamente vissuta tra le rose e le spine a rendere Grazie ogni volta per tutte le notti stellate e …

germoglio

fui seme nel buio poi pioggia e deserto nell’inverno di neve che a primavera si rivelò bosco fui fiore nel giorno poi bruco e farfalla e fui vento fino a cadere a terra, matura, in un tonfo di frutto fui marcia. fui seme forte, nel buio, poi terra, fertile, mamma …

infiniti modi

come pesci tropicali tra onde di festa e correnti di coriandoli e figli ognuno nel proprio colore vi ho visti crescere mamma, – nonne – papà, vi ho visti diventare nonni come foglie sulla terra tra le piogge forti e scritte fitte sui fogli senza calore vi ho visti crescere …