Salta al contenuto

Categoria: grammatiche

là dove il verbo anima, dove l’amore si fa coraggio, dove ogni sguardo corre verso l’abbraccio

tempo imperfetto

Scorre il fiume
quando la terra non lo frena, corre
tra le rocce, ancora torrente, e freme
e saltella
in cristalli di luce. Poi, si scioglie
negli altipiani, rallenta
e abbraccia fili d’erba
sottili, come il vento che, forte,
increspa gli specchi e porta un profumo
di primavera.

Seduti in riva al mare,
tra i capelli ricordi e sale,
noi invece siamo fermi
e continuiamo a sognare
finché il Sole non risorge
e appoggio la testa sulla tua spalla.

Ci prendiamo per mano, torniamo
verso casa, in paese.

Con il nuovo giorno

inizia la vita insieme.

imperativo

Una volta veniva l’inverno
a coprir con un velo le nostre
paure, riportarci vergini al giorno
in cui avremmo rivisto le foglie
tinger di verde e d’Amore
un mondo di fiori e d’incanto

ma oggi

oggi che l’inverno è scomparso
sotto il peso di un caldissimo sogno
sarà difficile riscoprirsi pronti
ad esser cristalli tra la materia informe,
farci creatori fedeli al disegno
e scegliere insieme un destino più bello?

Ritorniamo all’inizio.

La neve mai si riposa
sul mare in tempesta
e allora

dovremo rifare la terra.
S’alzeranno i ghiacci ed i monti
faranno spazio a fiumi e torrenti.
Siamo miliardi di luci e sorgenti
di vita vissuta
ma dimenticheremo ogni istante e momento
per far rinascere

Tutto. Così come è,

così come vuole,

così sia.