giglio

Da quando, nello specchio, ho scoperto un sorriso rotondo ogni giorno, la vita, mi regala un nuovo mondo. Ieri, il presente è arrivato avvolto in carta da zucchero e fiocchi di nuvole rosa fin dentro casa e oggi il cielo blu è già scoperto e io ricordo quella sera in …

valzer

voleremo fuori dal nido sui prati fioriti al ritmo di una musica che ci vorrà abbracciati e correremo col muso fuori dalla tana a cercare il profumo della primavera e ci tufferemo poi in quel profumo ad occhi chiusi, come se fosse notte, come se fossimo amanti, come se non …

voglia di fragole

Scoccano i secondi mentre io bevo, mangio, canto e respiro mondi in cui tu ancora manchi ma già mi domandi i segni dei ricordi, una stella, terra da nutrire con la nostra danza. oh com’e banale la voce di chi vuol solo ringraziare! ma non senti come batte forte il …

legno

Continuamente cambiando, crescendo, cercando il Sole ma seguendo il tempo delle foglie non nate che, timide, temono l’ultimo freddo, abbandono il sonno e inizio un nuovo giro intorno all’anello. Faccio a pezzi una vecchia identità, quella voglia di stare al mondo che mai m’apparterrà, una finta stanca stufa caparbietà e …

scintille

Lo sposo l’ho perso tra la posta e la banca e nel pianto mi manca ancora quella camicia bianca e il mio vestito lungo rosa ma ecco che si posa una mano più ferma sulla mia spalla già nuda e mi regala uno sguardo oltre i confini del cosmo. Prendo …

quadrifogli

Seduta sul divano, di fronte a un camino soltanto immaginato, ma acceso e vivo, cerco stelle oltre il soffitto, dietro le nuvole rade, dopo la luce che ancora dipinge ma solo col blu il mondo e aspetto di chiudere gli occhi per rivedere quel giorno in cui saremo oltre il …

papavero

Pensavo alla vetrina coi colori ancora chiusi e ho battuto forte il naso contro un giorno senza fiato speso a tessere le lodi di un’idea senza fortuna. Sarà il rosso o sarà il viola a segnar questo tramonto? Sogneremo un verde abbraccio o vivremo nell’azzurro oltre il blu del grande …

capriole

Cantano, le cicale ma viene a toccarmi il mare e tra le onde e le correnti trovo nuovi movimenti e un dolore come il sale. Erano sirene, o una grande nave? Non disseta mai, la mente e mentre ancora bevo sangue sento i piedi batter forte per portarmi in riva …

scoglio

All’altezza delle mie aspettative non lo sono mai stata fin quando non ho smesso di aspettarmi e mi sono trovata a guardarmi riflessa negli occhiali da sole tra uno specchio deforme e il mondo fuori di me, enorme rifugio per sogni ormai stanchi mentre dietro i miei occhi brillavano stelle …