#274 gioviale rientro

Sotto un cielo vivo d’argento hanno giocato i nostri bambini a nascondersi da noi e dal vento che forte soffiava per riportarci vicini. Tra il Sole e la Luna abbiamo visto una stella che brillava ad incoronare il momento in cui tutto stava cambiando. Ho spolverato le foglie più verdi …

#275 disgelo

All’inatteso mi apro e prometto che resterò feconda. Adesso che ho il profumo dell’acqua calda addosso, posso finalmente correre, ad occhi chiusi, coi piedi nudi tra le nuvole e il fosso in cui caddi in quelle ore lontane da me e dal mio fondo. I tempi sono maturi ma i …

455 #mitologia

Erano i primi giorni di un’estate fresca o gli ultimi di una primavera di noia e speranza, pescavo idee e sogni con un amico e toglievo vecchie foto dalla parete più grande della mia stanza. Mangiammo una trota e due pescigatto, progettammo un continente per un nuovo mondo, non ci …

2002 #rancore

Raccolgo lamponi e le fragoline di bosco nascoste tra fiori che non riconosco, ne assaggio qualcuno, ti penso. Ad occhi chiusi ricordo il sapore che hanno i tuoi baci quando mi abbracci e mi piace perdermi tra le pieghe del tempo. Un’ape mi ronza intorno, si posa sulla camomilla che …

#123 trifoglio

Ero in Irlanda e sorridevo mentre dormivo e non capivo che a sorridere era la vita che ovunque fossi mi veniva a cercare. Rose e viole e fate nei prati cercavano posto nei miei ricordi e corsi, a piedi nudi corsi, quando ero a Linate a guardare i decolli ma …

437 #originale

Chissà quante, come me, hanno partorito tutto il proprio dolore per vederlo poi vivo davanti e intorno nutrirsi del proprio stesso stanchissimo corpo e poi crescere e giocare a farsi amare. Chissà quante stelle ci sono volute per fare del Sole un figlio grande e della Luna una grande nonna, …

22 #resa

Un cavallo bianco, bianco come l’avorio, color del ghiaccio, selvaggio e libero come una nuvola e veloce più del vento, più della luce, mi ha indicato la fonte del tutto, senza briglie mi ha portata nel segreto che mai fu nascosto. Ovunque è inizio, dovunque sia ora di esserci, è …

#555 campanule bianche e noi

Lungo il Po passava il tempo, lontano da me e io, sognavo città che non sapevo creare nello spazio di una vita normale. Ho aggiunto al sogno una dimensione e poi un’altra ed un’altra ancora e ora unisco i punti che restavan distanti, costruisco palazzi e ponti più alti e …

#12 risonanza

Non vorrei più dover imparare ma imparo e non dovrei più volermi scusare ma accuso sempre i soliti mali quando perdo il senso dell’essere vita vivente. Tu mi insegni che anche la gioia non conta niente ma io la scelgo, continuamente. Proverò a respirare per ritornar, trasparente, al luogo in …