gerundio passivo

Fu fissando il buio oltre l’azzurro tra la grondaia e il fango che colava dal tetto che cogliemmo il senso del sentirci perduti noi, abbandonati. Poi nei riflessi di luce sul tè vedremo scritta una nuova parola raccontare la nostra storia iniziando da oggi, da ora.

#55 theaterstraße

Ho annegato i ciclamini per paura che soffrissero la sete. Finestre chiuse. Indosso una giacca ed esco a cercare l’autunno tra le foglie bagnate dalla pioggia e dai pianti delle notti passate a resistere al tempo. Questa notte ho sognato un prodigio, lasciato andare un ricordo che credevo già morto. …