Salta al contenuto

Tag: centro

scoglio

All’altezza delle mie aspettative
non lo sono mai stata
fin quando
non ho smesso di aspettarmi
e mi sono trovata
a guardarmi riflessa
negli occhiali da sole
tra uno specchio deforme
e il mondo fuori di me,
enorme
rifugio per sogni ormai stanchi
mentre dietro i miei occhi
brillavano stelle
talmente effimere da sembrar fate
e la voglia di correre
incontro alle nostre serate
attorno al fuoco che mai fu acceso
e mai si spegnerà
se voi mi vorrete,
se sapremo esser qua
anche nella tempesta
che ci chiama di là.

Ascoltate! Non è un tuono ma
un’onda che infrange
l’ultima verità.

bonjour

elle reviens, la vie,
vers moi.

uno spazio vuoto
da cui entra nuova
la felicità,
tra le nuvole un raggio di luce
come uno strappo
all’ultima pagina,
un nuovo centro,
un’altra metà.

toujours
la vie est prête.

on y va?

simmetria centrale

Si è richiusa la rosa
che ti ho regalato.

Il bianco nel nero
ha disegnato un bocciolo
e nero su bianco
alla nostra ora io canto
la libertà di chi osa
rinascere
senza morire.

Nel faro
è accesa la luce.

In preda ai tuoi venti
e a vecchi capricci
ti spaventi se senti
le sirene strillare
ma ora lo sai
che il mare è il nostro porto
e la rosa che abbiamo colto
tornerà a illuminare
la via di chi è in cerca
della terra
azzurra
oltre l’abisso che ci aveva inghiottito.

Guarda il cielo, guarda
come è cambiato.