i cuccioli della lupa

Saranno state le tre di notte, su quale pianeta non ve lo so dire, ma c’era una luna azzurra e c’era Frida che cullava sua figlia. Guardava fuori dalla finestra, sotto di lei vedeva soltanto nuvole. Immaginava grattacieli pieni di luci e colori persi in una pioggia torrenziale, immaginava strade …

#555 campanule bianche e noi

Lungo il Po passava il tempo, lontano da me e io, sognavo città che non sapevo creare nello spazio di una vita normale. Ho aggiunto al sogno una dimensione e poi un’altra ed un’altra ancora e ora unisco i punti che restavan distanti, costruisco palazzi e ponti più alti e …

#60 manipura

Mi incontrerò e mi perderò e mi ritroverò tra molte genti nel lungo giorno della mia morte. Le candele di casa nostra hanno tanti colori e ciascuna una fiamma diversa. La Luna, che ieri sera brillava forte oltre la finestra, questa notte lascerò entrare nella mia acqua per guarire quel …

#877722 spaziare

Una casa ereditata in cui non sono mai nata e una filastrocca ingarbugliata. Una casa grande con un libro e gli specchi e una rima visionaria e strampalata. Una casa nuova, vecchia di ricordi da strappare per poter vedere la città che mi aspetta. Una casa vecchia, che si rinnova …