Salta al contenuto

Tag: creatività

squarcio d’Amore

I had a dream tonight
of a wundervoller humanity
senza soldi né sogni,
senza armi né bisogni,
only
together, never lonely

ferita aperta
a guarire il Chaos

finestra aperta
sul grande Cosmo

an open eye
on the living universe

endless creators
in the recreation vom

Alles – und
wo wollen wir
sein? in reinem Licht? OH
nein! ich nicht! I want to
be schmutzig, I want to matter, be
ridiculously happy
d’esistere un secondo

un respiro

 

ancora un altro

 

Oh, – w h y – am I
still missing?

quarto grado di libertà

ogni volta in cui
credo
d’esser guarita
ecco che si riapre la ferita

e nuova luce
e più profonda pace

oltre la favola
di questo tempo
oltre lo spazio di questo momento
mi riscopro
ancora più infinita

e non credo ma sono
fuoco nel fuoco dell’Amore Presente.

cilindro

T’amavo a piedi nudi sulla neve
e poi per i prati fioriti e
tu mi amavi come una scoperta
che ti riportava al senso del primo
dissentire. Ed era semplice così,
amando, disertare il tempo per
abbracciar l’infinito. Al dito
non portavamo anelli. Una collana
di perle di lago, un cappello da mago,
tra l’oro sottile dei tuoi grandi quadri
e le mie righe spesse, prendevano vita.
Nostro figlio ballava e si divertiva
con le finestre che restavano aperte
per la libellula che arriverà.

Noi stavamo a guardare, qua.

E adesso che t’amo oltre ogni infinito,
adesso che portiam un anello al dito,
ancora restiamo a guardare
una pancia che cresce, una libellula.

Ma già domani, con la mia bicicletta,
ti porterò là dove il tempo non aspetta
e semineremo non perle ma i semi
che la vita ci ha portato in dono
nella promessa del nostro giradino.