#20 luci colorate

Sognavamo un pianeta azzurro su una nuvola di luce bianca, che ci salvasse dalla fortezza delle nostre convenzioni. Guardavamo nel futuro con occhi grandi di speranza che illuminavano la piazza delle nostre tradizioni. Credevamo nel crollar del muro e nell’unità delle feste che ci volevan finalmente uguali ai nostri scritti …

golden playtimespaces

I like to spend my time donating moments to what I love. Hingabe ist meine Gabe, wobei ein Geschenk ist immer frei and if I love to donate myself to the incredible wonders of the universe what is left for me to sell to those who won’t believe that there …

#315 amandoti

Grazie dei fiori e dei colori e dei profumi della terra quando fuori piove e dentro invece sembrava tutto morto. Grazie delle nuvole e dei misteri in cui culli i miei pensieri, e del cosmo! Grazie per le regole che governano un orgasmo. Grazie per il riso e per il …

fiocco

donan perdono incartato e dorato col nastro i genitori dei bimbi che han fatto un disastro e donan l’incanto di settanta colori sul bianco i bimbi dei grandi che han perduto il ricordo e io, io cosa dono? cosa prendo? e io chi perdono? io chi ritrovo? provo a cambiare …

back to the point

He brought me to the source! My horse, black horse brought me quickly to my eternal spring! È caduta la pentola che stavo asciugando e ho riso del vuoto che lasciava tra le mie mani, sorriso al pensiero che nasceva trottando – the horse forse my horse, the very black …

#31 città del capo

Il riccio, il riccio venne da me e col potere del riccio capii perché è importante potersi fidar del tempo come di un fiume che scorre, lento e porta le pietre per la cattedrale e porta il riso per chi ha troppa fame. E colsi il motivo della mia immensa …

ehy! AH!

The mirror got broken last night so I’m getting dressed without even seeing my smile but since I know how I feel by closing my eyes I’ll be wearing something purely white and be a bride. Ieri sera ho slacciato il tubino nero da sola, lanciato i tacchi contro il …

#5 alle sorgenti del Nilo

Nella pubblicità c’era un bracciale tempestato di diamanti e una città che catturava i miei sogni e chissà se mi ci avresti portata, per Natale. Nella stanza c’era la scrivania, coi libri di testo e gli appunti e poi noi stesi sul letto a sognare l’amore e la vita scorreva …