Salta al contenuto

Tag: gratitudine

voglia di fragole

Scoccano i secondi
mentre io bevo, mangio, canto e
respiro mondi
in cui tu ancora manchi
ma già mi domandi
i segni dei ricordi, una stella,
terra da nutrire
con la nostra danza.

oh com’e banale
la voce di chi
vuol solo ringraziare!
ma non senti come batte forte
il ritmo originale?

Siamo qui
per celebrare in eterno
quel punto mai fermo,
istante fecondo,
in cui sempre si ricrea e si creò
tra madre e figlio l’abbraccio.

Con i semi tra i denti

sono qui,
ti aspetto.

ponte

Avevamo tutti bisogno di un muro

a cui ritornare
per pianger le nostre storie infinite

e di un ramo
a cui aggrapparci ad ogni sorger di luna

ma da adesso daremo
anche i tronchi ai castori
e impareremo a volare
tra il bianco ed il nero.

Sapete quali porte
apre il vostro arcobaleno?

Nel riflesso sul prato ho trovato
l’altra metà del sereno.

L’invito è per pranzo, all’una in punto.

quadrante

oh Mamma!
corri qui e abbracciami!

Non ti curare
dei castelli di plastica
che ho costruito
mentre tu eri lontana.
Il mio cuore
ha già perdonato.

Guardami.

Ti prego, perdonami.

Grazie.


Original English version here